sabato 17 novembre 2012

Matteo Renzi vaffanculo

Ma xchè parli al plurale majestatis?
Ma xchè continui a dire che non hai mai detto nulla di particolarmente intelligente, che hai detto solo cose banali.... e la gente ti applaude?
Sei il pupazzo di Berlusconi.
Il franco tiratore.
Se l'ho capito io, l'avrà capito anche qualcun altro?

venerdì 5 ottobre 2012

Una poesiola dei tempi dell'università


When the English tongue we speak
Why is 
break not rhymed with weak?
Won’t you tell me why it’s 
true
We say 
sew, but also few?
And the maker of a 
verse
Cannot rhyme his 
horse with worse?Beard is not the same as heard,Cord is different from word,Cow is cowlow is low,Shoe is never rhymed with foe.
Think of 
hose and dose and lose,
And think of 
goose and yet of choose,
Think of 
comb and tomb and bomb,Doll and roll and home and some.
And since 
pay is rhymed with say,
Why not 
paid with said, I pray?
Think of 
blood and food and good;Mould is not pronounced like could.
Why is 
done, but gone and lone -
Is there any reason 
known?
To sum it up, it seems to 
me
That sounds and letters don’t 
agree.

mercoledì 3 ottobre 2012

Uscire da Facebook - parte seconda

Signore e signori, devo informarvi che avevo sbagliato.
Con le azioni descritte nel mio post precedente non mi ero cancellata da Facebook: avevo soltanto disattivato il mio account.
Eppure ero convinta di aver percorso i passi giusti, perché avevo seguito i link presenti nella gestione account.
E invece no!!!
Per cancellare in modo permanente il vostro account dovete seguire queste istruzioni qui .

sabato 29 settembre 2012

Goodbye, and thanks for all the fish

Con due giorni d'anticipo sulla data annunciata, mi sono cancellata da Facebook.
Superfluo dire che è molto più complicato disattivare un account che crearlo!

Anche dopo che avrete deciso e cliccato, Facebook giocherà sporco per trattenervi.
Il primo passo è farvi sentire colpevoli con questa schermata:

Facebook cerca di dissuadermi dal disattivare l'account
















Poi, vi chiedono il motivo per cui desiderate cancellarvi. E' OBBLIGATORIO INSERIRLO.
Ma siamo pazzi??? Obbligatorio??? Arrivano i Carabinieri a casa se non lo faccio??
Io ho selezionato la voce "altro".
Ma loro il motivo lo vogliono sapere, a tutti i costi. Se scegliete "altro", vi si apre una finestrella dove potete inserire un commento libero.
Anzi, non POTETE. DOVETE. Perché se non scrivete nulla non vi è permesso proseguire con la cancellazione dell'account.
Io ho scritto: "kkkkkk", anche se in verità avrei voluto commentare "vaffanculo, mi date un servizio che scelgo di utilizzare liberamente, ma non posso altrettanto liberamente smettere di usarlo???"

Poi dovete inserire la vostra password.
Poi vi viene richiesto di inserire un captcha. Io i captcha li odio, perché non capisco mai bene che cazzo c'è scritto. Quello che appare per disattivare Facebook è anche uno di quelli complicati, perché ha uno sfondo tutto a righe sbilenche e i caratteri maiuscoli e minuscoli, oltre ai numeri.
Devo generarne due prima di riuscire a riportare il codice correttamente e guadagnare finalmente l'agognata disattivazione.

Ma non è finita.
Perché Facebook mi informa che, caso mai cambiassi idea, iscrivendomi nuovamente con la medesima e-mail potrò riutilizzare l'account dal punto in cui l'ho lasciato.
Questo significa che le mie informazioni non vengono cancellate, ma archiviate da qualche parte a dormire.
E questo, ve lo dico, non è che mi piaccia granché.

Se desiderate cancellarvi da Facebook, il mio consiglio è di svuotare completamente l'account prima di eliminarlo.
Togliete le foto (questo l'ho fatto anche io), rimuovete tutti gli amici (questo non l'ho fatto, uffa).
Almeno ciò che resterà a far - metaforicamente - polvere negli archivi del sig. Zuckerberg sarà una bella confezione vuota.

sabato 15 settembre 2012

"L'ho detto a tutti ma erano cazzi miei personali!!"

L'ultima moda di Facebook è pubblicare sulla propria bacheca (ops.. pardon! adesso si chiama DIARIO) questo lungo messaggio:

Dichiaro quanto segue: Qualsiasi persona o ente o agente o agenzia di qualsiasi governo, struttura governativa o privata, utilizzando o il monitoraggio di questo sito o qualsiasi dei suoi siti associati, non ha il mio permesso di utilizzare informazioni sul mio profilo, o qualsiasi parte del suo contenuto compaia nel presente, compreso ma non limitato alle mie foto, o commenti sulle mie foto o qua
lsiasi altra «immagine» pubblicata nel mio profilo o diario. Sono informato che a tali strutture è strettamente proibito divulgare, copiare, distribuire, diffondere o raccogliere informazioni o intraprendere qualsiasi altra azione riguardante o contro di me tramite questo profilo e il contenuto dello stesso. Divieti precedenti si applicano anche ai dipendenti, stagisti, agenti o qualsiasi personale sotto la direzione o il controllo di dette entità. Il contenuto di questo profilo è privato e le informazioni in esso contenute sono riservate al circolo di persone alle quali esso è destinato. La violazione della mia privacy è punita dalla legge. UCC - 1 - 308 - 1-103. Facebook è ora un'entità quotata in borsa. Tutti sono incoraggiati a pubblicare un bando come questo, o se preferite, è possibile copiare e incollare questa versione. Non pubblicare tale dichiarazione almeno una volta, indirettamente permette l'uso di oggetti quali immagini e informazioni nei vostri aggiornamenti di stato pubblici.



La mia prima reazione è stata: non sono per niente d'accordo. 
 Il contenuto del tuo profilo lo fornisci tu spontaneamente. Esistono delle apposite impostazioni per limitarne la diffusione, una volta che le hai configurate a tuo piacere, tutto ciò che affidi a Facebook lo pubblichi appunto perchè sia divulgato. Proprio come quando parli ad alta voce e non puoi impedire che qualcuno oltre al destinatario senta le tue parole. Se tutto questo non ti sta bene puoi cancellarti da Facebook e mantenerti in contatto con la gente in altri modi (decisione, fra parentesi, che io ho appena preso. Ho avvisato tutti i contatti che dal 1° ottobre disattiverò l'account, ho fornito in messaggio privato i miei recapiti alternativi. A chi interessa, il modo di non perdersi di vista c'è. A chi non interessa, tanti auguri per il futuro e grazie per il tempo trascorso insieme).

Poi lo spirito di Attivissimo che alberga in me mi ha spinto a fare la cosa più ovvia: cercare su Google il riferimento alla legge citata.
La quale, guarda un po', è il codice di regolamentazione del commercio negli USA. Non c'entra un cacchio con la privacy.

Poi ho trovato questa bella spiegazione del perché tale appello sia
1) una grandissima stronzata
2) la solita bufala che gira in Facebook
e ne ho ricavato una discreta soddisfazione.

Andate a leggere questo link: http://www.thatsnonsense.com/view.php?id=1563

Come dite, è troppo lungo? Beh ma perché, quel cavolo di messaggio su Facebook era corto?

martedì 15 maggio 2012

The Road Not Taken - by Robert Frost




 
TWO roads diverged in a yellow wood,
And sorry I could not travel both
And be one traveler, long I stood
And looked down one as far as I could
To where it bent in the undergrowth;        5
 
Then took the other, as just as fair,
And having perhaps the better claim,
Because it was grassy and wanted wear;
Though as for that the passing there
Had worn them really about the same,        10
 
And both that morning equally lay
In leaves no step had trodden black.
Oh, I kept the first for another day!
Yet knowing how way leads on to way,
I doubted if I should ever come back.        15
 
I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I—
I took the one less traveled by,
And that has made all the difference.        20

domenica 8 aprile 2012

mercoledì 21 marzo 2012

Serie di vaffanculi misti :-)

vaffanculo al mio vicino, che lascia sola la cagnolina all'alba e questa -poverella- abbaia e ulula rovinando il sonno all'intero isolato;
vaffanculo alle ferie obbligate, che mi stanno facendo vivere il mese di marzo in perenne jet-lag;
vaffanculo all'unico sano dei manager, che ha perso la pazienza e il senno iniziando pure lui a rompere le palle;
vaffanculo a quel francese del cazzo, che non sa niente, non impara niente ma resta arrogante oltre ogni dire;
vaffanculo all'anca, che mi fa male random;
vaffanculo all'ENI, che non emette le fatture salvo poi staccare un bollettone di poco inferiore alla rata del mutuo;
vaffanculo a me, per una serie di cose che ben so.

domenica 5 febbraio 2012

Music for meditation

La mia ultima scoperta del 2011, avvenuta appunto il 31 dicembre grazie a un click sbagliato su iTunes, è la radio via internet.

Manna dal cielo, visto il mio recente interesse per la meditazione: ci sono varie stazioni che trasmettono musica adatta, gratis, senza interruzioni o con brevi pause pubblicitarie.

Adesso sto ascoltando www.sky.fm/relaxation , che un'interruzione pubblicitaria ogni ora circa, con un brevissimo spot autopromozionale.

Un po' più di pubblicità invece durante le trasmissioni di www.meditationmusic.co.uk oppure www.musicforhealing.co.uk (questa specializzata in brani per reiki).

Per tutte le stazioni è possibile accedere a un servizio VIP, per ascoltare musica senza interruzioni: bisogna registrarsi e versare il canone di abbonamento annuo.



Pseudofocaccina veloce

Oggi avevo il forno acceso per cuocere delle costine, visto che c'erano altri ripiani liberi mi sono inventata questa specie di focaccina velocissima (mi piace sfruttare il forno per benino quando lo accendo).

Il necessario:
  • un rotolo di pasta sfoglia pronta (forma irrilevante, io l'avevo rettangolare ma anche tonda funge allo scopo)
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe
  • grana padano (o parmigiano reggiano o pecorino, quello che avete insomma), possibilmente in un pezzo unico (ma se l'avete grattugiato o in bocconcini fa lo stesso)
  • una mozzarella
  • origano 
Procedimento:
stendere la sfoglia sulla placca da forno, con sotto la sua carta
spennellare leggermente d'olio extravergine la sfoglia, salare, pepare
spargere sulla superficie il grana in scaglie tagliate col pelapatate (o il grattugiato, se avete quello)
aggiungere la mozzarella a dadini
aggiungere l'origano
infornare a 160° per circa 15 minuti (cmq tenetela d'occhio e lasciatela in forno finché sarà gonfia e dorata, senza bruciare)

Ecco il risultato:

sabato 4 febbraio 2012

Pollo marinato

Elaborazione della ricetta apparsa su "Sale & Pepe" di novembre 2011, ecco come ho fatto:

- ho tolto la pelle alle cosce di pollo, bruciacchiato sul gas le piumettine, poi le ho lavate e asciugate (le cosce, non le piumettine .-) )
- ho preparato la marinata così: schiacciare due spicchi di aglio, aggiungere un cucchiaio raso da minestra di zenzero in polvere, un po' di peperoncino in polvere, due cucchiai da minestra di salsa di soia, il succo di mezzo limone (il mio era un limone gigante di Sicilia, avuto in regalo da un autista che ci porta il succo in azienda. Se il limone è piccolo, allora spremetelo tutto)
- ho messo il pollo nella marinata, rigirandolo ben bene, e ce l'ho lasciato per un'ora e mezza circa, girandolo un paio di volte



- ho sgocciolato e infornato le cosce a 220° in forno preriscaldato: il tempo di cottura è di 40 minuti
- dopo 10 minuti ho aggiunto metà della marinata e mosso la carne per non farla attaccare; dopo ulteriori 10 minuti ho girato le cosce e aggiunto il resto della marinata
- dopo altri 10 minuti ho ricontrollato la cottura e rigirato ancora una volta la carne



Buon appetito!!!!!!

La ricetta originale, da Sale&Pepe di novembre 2011:
PER 4 PERSONE:
12 ali di pollo; 4 cm di radice di zenzero fresco; 2 spicchi di aglio; 4 cucchiai di salsa di soia; 3 cucchiai di miele d'acacia, 3 lime; un pizzico di peperoncino piccante in polvere; 2 dl di brodo vegetale
  • private della pelle le ali del pollo, dividetele in due, eliminando la parte terminale appuntita. Sbucciate lo zenzero e l'aglio e grattuggiate entrambi con una grattugia a fori medi
  • mescolate il composto ottenuto col miele e la salsa di soia, unite il succo di un lime e il peperoncino e fate marinare il pollo per 8 ore in frigo
  • scolate le ali dalla marinata, trasferitele in una teglia rivestita di carta da forno e cuocetele in forno già caldo a 220° per circa 25 minuti, spennellandole di tanto in tanto con la marinata
  • versate il brodo nella marinata rimasta, aggiungete il fondo di cottura del pollo e fate ridurre la salsa fino a ottenere una consistenza sciropposa. Versatela sul pollo e servite accompagnando con spicchi di lime

mercoledì 1 febbraio 2012

The Golden Age

La settimana scorsa, sciopero degli autotrasportatori: impossibile ricevere materie prime e imballaggi; impossibile ottenere un container vuoto per l'imbarco; impossibile avere certezza sui termini di resa della merce già spedita.
Magazzino che scoppia, magazziniere sclerato, titolare sul groppone in cercca di notizie... ecc... ecc...

Oggi, comunicazione di blocco della circolazione dei mezzi superiori alle 7,5 tonnellate disposto dalle Prefetture. Alcuni mezzi arrivano al carico, non è chiaro se potranno ripartire (uno quasi si pianta nella neve nel nostro cortile, nonostante si fosse pulito col trattore). Qualcuno non arriva proprio.

E' un periodo fantastico per lavorare nella logistica! :-)

martedì 31 gennaio 2012

La tartaruga

Seconda sessione di watsu, con un po' di reiki in omaggio (perché no).
Ed ecco che mentre l'operatore mi lascia galleggiare tenedomi lievemente per la testa, con una mano sulla nuca, vedo lei:





Quasi come in questa foto, con il sole sopra a renderla soltanto una sagoma nera fluttuante nell'acqua.
Il mio pensiero: "Sono una tartaruga. Sto nell'acqua e seguo la corrente. Sono una tartaruga e stare nell'acqua è normale, è quello che faccio."

domenica 29 gennaio 2012

CookingStefy

Facendo geocaching a Modena, ho trovato un oggetto interessante dentro a una cache: un biglietto da visita:





Sul retro è riportato l'indirizzo di un sito:

Vi consiglio una visita: ci sono tante belle ricette!!


giovedì 26 gennaio 2012

Dalla sala riunioni

"...perché se l'imprenditore non ha fiducia nei collaboratori, può anche starsene a casa sua e fare le palline di pongo!!"

Questa la profonda massima che il mio capo ci ha regalato ieri durante una riunione con tutto il personale per il premio di produttività. 

Esponendo i dati di vendita, si è dichiarato soddisfatto che il fatturato extra-UE sia cresciuto del 40%, e precisamente:
  • Giappone +462%
  • USA +106%
  • Israele +53%

Dato che dei clienti extra-UE mi occupo solamente io, questi dati dimostrano che il mio lavoro è aumentato del 40%, e precisamente:
  • Giappone +462% rotture di coglioni
  • USA +106% protocolli di sicurezza per importazione compilati (che se io sono l'esportatore, x quale cazzo di motivo devo compilarlo io????)
  • Israele +53% liti col cliente e con la dogana per il certificato EUR1 e/o per le copie dei documenti ("non me li puoi scannerizzare a colori??" "guarda che sono già a colori" "ma sono in bianco e nero!" "esticazzi?????? ho la stampante bianco e nero io!!!!!!!!")

domenica 15 gennaio 2012

Cose nuove di Elokia: la meditazione

Ieri ho fatto la mia prima esperienza di meditazione dinamica guidata: la tecnica provata è stata il Qi Gong, in una sessione di Chiara Ferraris presso La Casa di Luce di Pavia.
E' stato molto interessante, fisicamente faticoso. Se pensate che meditare significhi star seduti a gambe incrociate facendosi venire il sedere piatto, vi sbagliate di grosso!
Sul momento dal punto di vista emotivo non mi si è mosso granché, ma ormai so che il mio inconscio lavora a scoppio ritardato (me l'ha insegnato Shiatsu) ed ecco che nella notte sono arrivati dei sogni curiosi... Ne ho ricavato sensazioni positive e spunti meditativi quindi ben vengano!

Il mio stato di benessere generale dopo la Meditazione dell'Albero è migliorato. Mi sento più carica,più positiva. Certo, non è stato tutto facile: nonostante avessi già fatto esperienza di "essere qui-e-ora" con shiatsu e praticando l'esplorazione del corpo, le mie maggiori difficoltà al momento sono la respirazione diaframmatica e il controllo della posizione.
Mi facevano male le braccia, non riuscivo perciò a concentrarmi sulle immagini da visualizzare oppure perdevo il controllo del respiro.
Inconvenienti tipici del neofita, che spero di superare perseverando nella pratica.



Ho avuto qualche difficoltà anche per il fatto di essere in gruppo, soprattutto nelle fasi di briefing e debriefing: sono stata disturbata dall'energia di una persona del gruppo, che emanava in maniera molto forte e "chiassosa". Questo mi ha un po' indisposta ma ho cercato di "schermarmi" e di lasciar andare queste sensazioni negative, anche perché in parte mi sono accorta che il disagio derivava dal fatto che stavo giudicando questa donna. E uno dei principi fondamentali dello zen è il non-giudizio ;-)

Se leggendo queste righe non mi riconoscete, oppure pensate che io sia pazza, o sia una fighetta di legno intrippata dalle cazzate pseudo-orientali che abili truffatori sanno mettere a frutto delle proprie saccocce... beh... che posso fare, se non rimandarvi a questo post? :-P

Certe idee geniali del marketing

Devi creare la confezione di una tisana ayurvedica?
E perché non fare il codice a barre a forma di persona che pratica yoga?